06-01-2021

In collegamento con Albert Wouters, responsabile allevamenti presso Van Drie, e con il comproprietario della Van 't Slot Transport

Il nucleo del VanDrie Group è costituito, oltre che da commercianti, anche da allevatori. Non soltanto gli allevatori sono cresciuti tra gli animali, ma anche molti nostri trasportatori, responsabili di zona ed impiegati. La massima cura possibile per gli animali è evidente in ogni stadio della filiera. Vogliamo migliorarci costantemente, per questo ci impegniamo tutti insieme, attraverso la condivisione delle conoscenze. Questa è la forza della nostra filiera. Albert Wouters e Gert van ’t Slot sono degli esperti in questo senso.


alle conversazioni informali come responsabile di zona alle discussioni manageriali come responsabile degli allevamenti di vitelli: fin dal suo ingresso nel VanDrie Group, all'inizio degli anni ‘80, Albert Wouters ha conosciuto tutte le sfaccettature dell'allevamento dei vitelli. La transizione verso la stabulazione in gruppi e la somministrazione di mangime ricco di fibre oltre al latte per vitelli sono due sviluppi che hanno permesso di migliorare il livello di benessere degli animali all'interno dell'organizzazione. Se Albert ha imparato qualcosa, è che la comunicazione e lo scambio di conoscenza sono la base di una buona collaborazione ed innovazione. Nella sua attuale funzione, egli spinge proprio in questo senso tra il settore dell'allevamento e quello del trasporto. Spesso si trova a confrontarsi con Jan van Drie, lo specialista del benessere animale Bert Driessen, i capo responsabili di zona ed i responsabili dei trasporti, tra cui Gert van ’t Slot. Quale capo dei trasporti per lo stabilimento ESA di Apeldoorn, Gert van ’t Slot collabora con il VanDrie Group dal 2011. Oltre a programmare rigorosi piani di trasporto per i suoi conducenti, egli stesso effettua ancora qualche trasposto ogni settimana.

Ogni fase della filiera si deve attenere alle esigenze di qualità di Vitaal Kalf (vitello vitale), il regolamento di qualità del settore dei vitelli. Come fa il VanDrie Group ad assicurare che gli stessi accordi sul benessere animale vengano rispettati sia nell'allevamento, sia durante il trasporto?

Wouters: "Un allevatore di vitelli sotto contratto da noi, in qualità di fornitore di servizi, lavora a stretto contatto con i nostri responsabili di zona, che rappresentano l'anello di congiunzione tra gli allevatori e la Direzione. Il responsabile di zona stimola l'allevatore e lo istruisce su come lavorare nel rispetto delle nostre esigenze ed i nostri requisiti. Senza la certificazione Vitaal Kalf, i vitelli non possono essere consegnati alle aziende per la trasformazione della carne. Inoltre i vitelli devono soddisfare il Regolamento di Controllo e Sanzione della Fondazione per la Garanzia di Qualità del Settore dei Vitelli da Carne (SKV). Entrambe le certificazioni, sia Vitaal Kalf, sia il rispetto dei requisiti di qualità della SKV, vengono controllate da una fondazione indipendente. Inoltre, tutto è sottoposto ad audit interni ed esterni, per un sistema garantito.

Van ’t Slot: ‘Vitaal Kalf impone anche dei requisiti per il benessere degli animali durante il trasporto. Inoltre, i nostri conducenti devono essere in possesso di diverse certificazioni, tra cui quella per il trasporto professionale di bestiame. Questa certificazione ha una validità di cinque anni. Siamo anche responsabili per la corretta consegna dei documenti di trasporto."

Sempre più, il benessere dei vitelli durante il trasporto è soggetto alle critiche degli stakeholder. Che cosa ne pensa?

Wouters: "L'osservazione critica degli stakeholder ci mantiene attenti. Da circa un anno e mezzo, il miglioramento del benessere animale durante il carico e lo scarico dei vitelli è un argomento su cui la Direzione si sta confrontando in modo attivo e strutturato. Grazie alla condivisione della conoscenza, è stato possibile migliorare rapidamente il benessere animale durante il carico."

Van ’t Slot: "I nostri conducenti fanno tutto il possibile per avere cura degli animali. Questo grazie ai nostri mezzi di trasporto, in cui investiamo, ma anche grazie a ciò che chiediamo loro. Senza un corso specifico sul trasporto di animali vivi, per legge, non possono lavorare. Inoltre, per scelta, offriamo regolari corsi di aggiornamento a tutti i nostri conducenti.''

Wouters: "Non bisogna però dimenticare che i trasportatori e gli allevatori hanno a che fare con la situazione reale. Non sempre è possibile investire immediatamente in mezzi di trasporto migliori o nuove stalle. Là dove vanno effettuati degli adeguamenti, bisogna lasciare agli allevatori ed ai trasportatori il tempo necessario per metterli in atto."

Quali sono le sfide maggiori, in termini di benessere animale, per il trasporto dei vitelli dall'allevamento alle aziende per la lavorazione della carne?

Wouters: "I vitelli devono essere spostati da un'ambiente conosciuto al camion. La sfida è quella di studiare un percorso per i vitelli tale per cui salgano da soli sul camion, in modo spontaneo e senza distrazioni."

Come si svolge la collaborazione?

Wouters: "La forza sta nella continuità, nel continuare a comunicare e nel condividere le visioni reciproche." Il carico e lo scarico dei vitelli sono operazioni delicate. Nessun allevatore o trasportatore è uguale, come non lo sono nessuna azienda o condizione meteorologica."

Van ’t Slot: "Una buona pianificazione con sinergia tra l'allevatore, il trasportatore e le aziende per la trasformazione della carne, ci permette di caricare e scaricare i vitelli in modo efficiente. Lavoriamo con allevatori fissi, quindi sappiamo quanto dura il carico presso ogni azienda. Le condizioni meteorologiche, ovviamente, possono giocare un ruolo importante."

Wouters: "La conoscenza del comportamento animale è di importanza fondamentale per la tutela del benessere degli animali, in ogni situazione. Per questo il VanDrie Group stimola la condivisione delle conoscenze e, ove necessario, coinvolge degli esperti. L'anno scorso abbiamo organizzato degli incontri regionali sotto la guida di Bert Driessen, specialista in benessere e comportamento animale, su come gestire meglio gli animali durante la fase di carico sui camion."

La forza sta nella continuità, continuare a comunicare e condividere le visioni reciproche. - Albert Wouters

A cosa bisogna fare attenzione prima, durante e dopo il trasporto?

Wouters: "Si tratta di cose molto pratiche. Basti pensare alla disposizione del percorso, all'illuminazione durante il carico e lo scarico e al riconoscimento dei segnali dati dai vitelli. Un vitello ha un campo visivo diverso da quello umano. L'animale vede poco in profondità, ha un numero limitato di colori ed un angolo visivo diverso. Inoltre, l'olfatto e l'udito sono molto più sviluppati dei nostri. Un vitello è un animale gregario ma anche una potenziale preda con l'istinto della fuga. Occorre tenerne conto."

Van ’t Slot: Abbiamo utilizzato queste conoscenze per adattare i mezzi di trasporto. Oggi, i camion sono chiusi, in modo che gli animali sentano meno stimoli. L'ammortizzazione dei mezzi è adeguata e l'illuminazione avviene mediante LED, dato che i vitelli percepiscono la luce delle lampade alogene come luci intermittenti. Inoltre, utilizziamo passerelle di carico nere, con un'inclinazione minima possibile, per evitare che i vitelli debbano arrampicarsi, e gli scomparti interni non sono eccessivamente grandi. Nei camion che abbiamo attualmente in uso, la temperatura del rimorchio è regolabile dalla cabina. Estate o inverno, la temperatura rimane costante con qualunque condizione meteorologica."

I nostri conducenti fanno tutto il possibile per avere cura degli animali. - Gert van 't Slot

Wouters: "I vitelli sono abituati ad una certa regolarità nella stalla. Quando questa regolarità viene perturbata, gli animali non sono più a loro agio e possono stressarsi. Caricando e trasportando gli animali con la massima tranquillità possibile, arrivano più calmi all'azienda per la lavorazione della carne. Questo influisce sulla qualità della carne.

Guardando al futuro, cosa deve fare il VanDrie Group per rimanere all'avanguardia?

Van ’t Slot: "Deve fare meglio degli altri. Questo riguarda il trasporto, la selezione dei vitelli, ma anche l'allevamento. Ciò significa che sia le aziende del VanDrie Group, sia le realtà esterne devono continuare a evolvere, da un lato per via delle nuove norme e della pressione sociale sempre maggiore, dall'altro perché vogliamo essere all'avanguardia tutti insieme."

Wouters: "Come leader di mercato devi cercare di migliorarti costantemente. La cosa importante è cercare il giusto compromesso. Ciò che è meglio per i vitelli, spesso è ciò che fornisce i risultati migliori. Lo abbiamo visto nel passaggio alla stabulazione di gruppo e nell'aumento del quantitativo di mangime grezzo: vitelli di qualità superiore, maggiore benessere animale e costi minori. Se riesci ad ottenere questo, hai delle garanzie per il futuro e non occorre nemmeno una normativa, perché l'intero processo si autoregola.



  • This site uses cookies
  • Hide this notification