10-10-2020

La sostenibilità alla base della strategia del VanDrie Group

La sostenibilità è una delle cinque colonne portanti della strategia del VanDrie Group. Leggi il nostro blog per scoprire quali passi adottiamo in tutta la filiera per migliorare ulteriormente la sostenibilità!


Molte strade portano a Parigi

La conferenza sul clima tenutasi a Parigi nel 2015 ha permesso di raggiungere un accordo sul clima firmato da 174 paesi. In base all’accordo, le emissioni di gas serra vengono messe al bando per contrastare il riscaldamento globale. Nel frattempo questo accordo ha avuto un seguito a livello nazionale in vari paesi. La sfida di ridurre i gas serra riguarda anche le nostre aziende.

Le attività nella nostra filiera hanno un impatto ad esempio per l’uso dei materiali, per i rifiuti e per le emissioni di CO2. Tuttavia, vogliamo ridurre al minimo la nostra impronta ecologica, per essere preparati per il futuro e costituire il fulcro di una filiera alimentare sostenibile e resiliente. Ci impegniamo su più fronti al fine di raggiungere i nostri obiettivi.

Rendere efficiente la produzione

Nelle nostre aziende, ci prefiggiamo di risparmiare energia. Per questo abbiamo fatto certificare le nostre affiliate olandesi in base alla norma ISO 14001 tramite la gestione della riduzione della CO2. La norma internazionale ISO 14001 fissa i requisiti di un sistema di gestione ambientale. Essa viene utilizzata per sviluppare e garantire l'implementazione di una politica ambientale adeguata all'organizzazione.

Soddisfacendo alla norma ISO 14001, il VanDrie Group non intraprende solo azioni volte al risparmio energetico, ma anche alla limitazione dell'inquinamento acustico, dell'emissione di odore, della produzione di rifiuti, del consumo d'acqua e dell'inquinamento. Oggi tutte le aziende olandesi di produzione di mangimi del VanDrie Group soddisfano tale certificazione. L'obiettivo è che le aziende olandesi di produzione di carne seguano nel 2020.

Acquisti sostenibili di materie prime

Nell'acquisto delle materie prime per i mangimi il VanDrie Group pone particolare attenzione ai requisiti di sostenibilità. Utilizziamo materie prime sostenibili da molti anni. Per questo operiamo già in gran parte in modo circolare, riservando un ruolo importante ai nostri acquirenti e alle aziende di mangimi. Il nostro latte per vitelli è costituito per l'80% da sottoprodotti, come siero, latte magro in polvere e permeato (sottoprodotti dell'industria lattiero-casearia).

Inoltre, i sottoprodotti sono anche ingredienti importanti del muesli utilizzato per nutrire i vitelli. Questi prodotti provengono per il 30% circa da flussi residui dell’agricoltura (trasformazione dei cereali e semi oleosi) e dall’industria dei mangimi.

Monitoriamo in modo critico la composizione dei nostri mangimi e scegliamo in modo consapevole materie prime efficienti e sostenibili. In questo, il nostro dipartimento di ricerca e sviluppo svolge un ruolo importante. Crediamo nella forza dell’innovazione per poter continuare a sviluppare mangimi per vitelli efficienti, sani e sostenibili.

Sistemi di stabulazione solidi

Vediamo delle opportunità anche nell’allevamento dei vitelli, dove si possono ottenere ottimi risultati ad esempio con sistemi di stabulazione a emissioni ridotte. Una transizione dei sistemi di stabulazione deve far sì che le emissioni di ammoniaca, metano, odore, polveri fini, vengano ridotte alla fonte, grazie a un convogliamento, uno stoccaggio e una lavorazione adeguati del letame.

Anche se dal punto di vista economico-aziendale, un rapido ammodernamento delle stalle rappresenta un costo ingente per gli allevatori di vitelli, vi sono ottime prospettive dal punto di vista ecologico. Si calcola che con questi nuovi sistemi di stabulazione si possa arrivare ad una riduzione delle emissioni negli allevamenti di vitelli pari al 60% rispetto al 2019. Collaboriamo con i nostri stakeholder per attuare questa importante transizione.

Partnership per il raggiungimento degli obiettivi

Lavoriamo con impegno a ogni stadio della filiera per ridurre l’impatto. Evitiamo gli sprechi con una maggiore valorizzazione dei flussi residui e riduciamo il consumo energetico, i chilometri di trasporto e le emissioni nell’allevamento. I risultati ottenuti finora sono promettenti. Le emissioni generate dal settore dei vitelli corrispondono al 3% delle emissioni totali di gas serra dell’allevamento nei Paesi Bassi. L’impronta della carne di vitello si è ridotta fra il 1990 e il 2016 del 50%, da 14,1 kg di CO2/kg di carcassa nel 1990 a 7,1 kg di CO2/ kg di carcassa nel 2016. Continuiamo a impegnarci per l’ulteriore miglioramento dei risultati. Per questo la sostenibilità rimane alla base della strategia eli VanDrie Group, giorno dopo giorno!



  • This site uses cookies
  • Hide this notification