10-10-2019

La sostenibilità alla base delle attività del VanDrie Group


La conferenza sul clima, tenutasi a Parigi nel 2015, ha dato vita a un accordo che è stato sottoscritto da 174 Paesi ed è finalizzato a limitare le emissioni di gas serra per contrastare il riscaldamento globale. L'accordo, che entrerà in vigore nel 2020, ha già avuto effetto a livello nazionale in vari Paesi. La sfida per la riduzione delle emissioni di gas serra coinvolge anche le nostre aziende. Il 10 ottobre è stata indetta la Giornata della sostenibilità. Cogliamo quindi l’occasione per riflettere sull’argomento e illustrare gli sforzi fatti finora. 

Le attività della nostra azienda incidono sull’utilizzo di materie prime, la produzione di materiali di scarto e la produzione di CO2. Alla base vi è sempre, però, uno sforzo per gravare il meno possibile sull'ambiente e ridurre al minimo i consumi. Ci stiamo quindi adoperando per una maggiore sostenibilità della filiera, in tutti i Paesi in cui operiamo. Al fine di ridurre gli sprechi, puntiamo su una valorizzazione dei flussi di residui e sulla riduzione di consumo energetico, chilometraggio ed emissioni in tutti gli anelli della catena di produzione. I risultati ottenuti finora sono promettenti. L’allevamento dei vitelli è responsabile per il 3% delle emissioni totali di gas serra degli allevamenti olandesi. Tra il 1990 e il 2016, l’impronta ecologica della carne di vitello ha fatto registrare una diminuzione del 50%, passando da 14,1 kg di CO2/kg di carcassa nel 1990 ai 7,1 kg di CO2/kg di carcassa del 2016. La sostenibilità ambientale è alla base della politica del VanDrie Group. L'accordo sul clima di Parigi non fa che rafforzare il nostro impegno per continuare a migliorare.
 



  • This site uses cookies
  • Hide this notification